ITONIC - Freemotion

  • Sharebar
  • Aumenta
  • Diminuisci

Dimensione attuale: 100%

Nel panorama dell'offerta generale la pedana vibrante che spicca maggiormente, soprattutto dal punto di vista estetico è la I-TONIC. Ma non fatevi ingannare dall'originalità della macchina, sotto ci sono due motori che spingono parecchio e le prestazioni che offre sono davvero interessanti. In poche parole è tutta sostanza. Il progetto, in realtà, rappresenta una delle migliori soluzioni sul mercato per la tipologia di vibrazione UNIFORME o verticale (impulso simultaneo ad entrambi i piedi) e vedremo il perché di seguito. La macchina è consegnata direttamente dal personale dell'azienda, che la installa e vi spiega tutto quello che c'è da sapere. 

L'unità di comando e la colonna centrale

unità di comando itonicvista ravvicinata unità di comando pedana vibrante itonic

Semplice e funzionale. Pochi fronzoli sulla I-Tonic. Il display a led rossi, un po' vintage, indica i 3 parametri disponibili con estrema chiarezza. Frequenza, modalità alta o bassa, tempo.
Il funzionamento è molto semplice. Selezioni la frequenza (ci sono 4 opzioni 25, 30, 35 e 50Hz), imposti il tempo (30, 45, 60 secondi) e l'ampiezza (alta 4mm e bassa 2mm), semplicemente ruotando i pomelli. Di una praticità estrema. Premi start e il gioco è fatto. 

Freemotion I-Tonic parte dal concetto che il vibraion training va spiegato bene da un esperto che istruisce personalmente l'utente finale a gestirsi in tutte le situazioni. Le due manopole servono per mantenere l'equilibrio e la loro posizione avvolgente permette di svolgere tutte le posizioni, come lo squat estremo, senza problemi.

unità di comando bassastart stop basso pedana vibrante itonicpedana vibrante itonic

L'interuttore basso di start/stop è posizionato vicino al piatto su uno dei due tubi che formano la colonna centrale.
 

Il piatto oscillante

piatto oscillante pedana vibrante itonic

Il dettaglio più importante della macchina è il piatto oscillante. Non è molto grande, ma quanto basta, misura 70cm per 38cm. La caratteristica di questo piatto è che ha una massa molto bassa rispetto alle pedane verticali convenzionali, di conseguenza l'intensità della vibrazione prodotta dai due motori non viene ridotta da questo fattore. Inoltre, appoggia su 4 giunti ad aria che praticamente non attenuano il movimento verticale, garantendo comunque un appoggio stabile. Opzione che vedremo sempre più spesso sulle pedane vibranti del futuro.

giunti ad aria del piatto oscillantepassanti per le fasce

La soluzione adottata da ITONIC ha un grande vantaggio: isola il piatto e i motori in modo ottimale, di conseguenza non c'è bisogno di circondare il nucleo della pedana da una struttura pesante che limiti le risonanze. La Freemotion ITONIC ha questo grande vantaggio: è relativamente leggera se si pensa che pesa solo 74kg, metà del peso delle sue pari. Si sposta facilmente in due persone. Può essere utilizzata con un carico di 187kg per cui i giunti non pongono dei limiti in questo senso.

Questa macchina così particolare è un condensato delle migliori soluzioni.

I passanti per agganciare le fasce sono sotto al piatto. La posizione non è comodissima perché l'accesso è un po' limitato dal piatto stesso e questo è forse l'unico difetto, ma è davvero irrilevante dal nostro punto di vista. Il piatto in plexyglass, anche dopo un utilizzo intenso, non ha presentato nessun difetto particolare, tipo graffi o abrasioni.

 

Motori

motori itonicmotori pedana vibrante itonic

Come sapete, se avete letto le nostre precedenti recensioni, non facciamo mai riferimento alla potenza dei motori, in termini di watt, ma all'intensità sotto forma di accelerazione che riescono ad esprimere. A 50Hz con un carico di 90kg siamo intorno ai 102ms2, oltre i 10G. In condizioni di utilizzo medie a 35Hz siamo intorno agli 8G a vuoto e 6G con 90kg di carico. In sostanza in linea se non oltre alle pedane di pari fascia, anche a quelle con una potenza nominale maggiore in termini di watt. I motori sono ben sincronizzati a tutte le frequenze.
 

Particolari costruttivi e struttura

motori itonicmotori itonic

Le saldature sono eseguite a regola d'arte e le componenti utilizzate sono decisamente di prima qualità. Anche il cuoio delle manopole è una scelta alternativa, ma conferisce stile e personalità alla pedana vibrante che altre macchine di pari livello non hanno.

motori itonic
 

Accessori

motori itonicmotori itonic

Cuscinetto e fasce. Il tappetino è in sostanza un ammortizzatore, utile per eseguire piegamenti e per gli addominali. Se le vibrazioni alla testa, quando si fanno gli addominali in modalitàbassa, dovessero risultare troppo forti, il cuscinetto offre un'azione attenuante. Lo si può utilizzare anche da posizionare sotto le ginocchia per i piegamenti con le braccia.

motori itonicmotori itonic
 

Rumorosità

La pedana è molto silenziosa. La trasmissione a terra è quasi nulla e nemmeno la colonna centrale è affetta da risonanze o vibrazioni indesiderate.

Per ascoltare la vibrazione della ITONIC fare click sull'immagine qui sotto.

rumore della pedana vibrante itonic
 

Rilevazioni di accelerazione

I test di accelerazione sono svolti a vuoto e con un carico di 90kg. Per le rilevazioni utilizziamo un accelerometro professionale di ultima generazione.

accelerometro fasttracertest accelerazione della pedana vibrante itonic

Il parametro di accelerazione è la principale caratteristica da valutare in una pedana. L'accelerazione è espressa in metri/secondo al quadrato "m/s2" oppure in forza "G".
1G = 9,80665 m/s2

Z (verticale sù giù) colore azzurro
X (orizzontale avanti indietro) colore giallo
Y (orizzontale destra sinistra) colore rosso magenta

NOTA: nelle rilevazioni abbiamo scelto di non considerare 1g o i 9,8 m/s2 di partenza, per allinearci alle misurazioni dei vari produttori. Se si vuole considerare anche la componente di forza G spostate idealmente la sinusoide dell'asse Z di 9,8 m/s2 in su.
 

Piatto oscillante con carico - Frequenza: 35Hz Peso: 90kg Accelerazione: 62m/s2 6G

grafico della forma d'onda sensore posizionato sul piatto oscillante

La rilevazione media a 35Hz è di 6G.
 

Accelerazione massima: 10G o 102 m/s2 - Frequenza: 50Hz Peso: 00kg

grafico della forma d'onda sensore posizionato sul piatto oscillante

Questa sopra è la rilevazione dell'accelerazione massima a 50Hz. Oltre 10G o 102m/s2. Se ingrandite vedete bene anche i valori.
 

Zona lombare L3 - Frequenza: 50Hz Peso: 90kg Accelerazione: 18m/s2 1,8G

grafico della forma d'onda sensore posizionato sulla zona lombare

La misurazione con il sensore applicato in zona lombare L3 evidenzia una trasmissione delle vibrazioni pari a 1,8G - 18ms2 con una postura corretta. Infatti, con l'energia dissipata dalle fasce muscolari degli arti inferiori.

 

Testa postura corretta - Frequenza: 35Hz Peso: 90kg Accelerazione: 4m/s2 0,4G

grafico della forma d'onda sensore posizionato sulla testa postura corretta

Per la sicurezza abbiamo eseguito due misurazioni molto importanti: la prima in posizione corretta, in cui si percepiva una vibrazione molto lieve alla testa. L'accelerometro era posizionato sulla sommità del cranio. Come potete vedere le vibrazioni sono quasi nulle (4ms2 0,4G) nonostante la frequenza utilizzata sia notevole.

 

Testa postura totalmente errata - 35Hz 90kg Accelerazione: 10m/s2 1G

grafico della forma d'onda sensore posizionato sulla testa postura scorretta

Questa è la rilevazione della vibrazione trasmessa alla testa quando si sta completamente eretti e si scarica tutto sulle articolazioni, quindi in posizione errata. Da evitare, anche se questo valore sembra basso, l'intensità delle vibrazioni non è sopportabile. Il valore rilevato è di 10ms2 1G.

In questa tabella tutte le rilevazioni di accelerazione ITONIC freemotion in ms2 utili per chi pratica riabilitazione o altre terapie che necessitano di un controllo accurato. (1G = 9,8m/s2).

La tabella riporta i valori di picco rilevati in modalità bassa e alta con carico di 90kg, in modalità alta a vuoto, sulla zona lombare, alla testa in posizione corretta (testa OK) e non corretta (testa NO OK), sempre con carico di 90kg.

  LOW 90kg HIGH 90kg HIGH 00kg zona lombare testa OK testa NO OK
25Hz 18 22 55 10 2 7 (0,7 G)
30Hz 22 50 70 11 3 12 (1,2 G)
35Hz 30 62 82 16 3 10 (1 G)
50Hz 35 70 102 18 4 10 (1 G)

I valori della tabella sono in m/s2. Dividete per 10 per avere il valore approssimativo in G.
 

Ampiezza vibrazione

Nell'immagine, l'escursione del piatto alle diverse frequenze.

escursione in millimetri della pedana vibrante itonic
 

Programmi

Freemotion I-Tonic è una semplificazione del vibration training. La filosofia seguita dall'azienda è quella dell'estrema praticità. Tutti gli orpelli sono eliminati. L'allenamento con il vibration training è una disciplina che va fatta in seguito ad una formazione impartita da un personal trainer. Non ci sono programmi pre-impostati. Le opzioni di controllo della vibrazione sono riassunte in quelle maggiormente utilizzate in pratica. Senza fronzoli. La macchina è comunque versatile quanto serve e la selezione del protocollo che volete eseguire è immediata. Non ci sentiamo di fornire un parere su questa scelta semplicemente perché ci sono due correnti di pensiero opposte: quelli che vogliono tutti i programmi possibili e quelli che non li vogliono affatto. Dunque piena libertà di opinione.