Dieta Zona ciclismo maratona triathlon

  • Sharebar
  • Aumenta
  • Diminuisci

Dimensione attuale: 100%

Con questo programma alimentare (Dieta Zona, Pro Zona, Dieta a Zona, Zona, Paleozona) si utilizzano i grassi come fonte primaria di energia. Non solo l'energia non finisce mai (i grassi a disposizione sono sempre abbondanti e 1 grammo di grasso fornisce il doppio di energia di 1 grammo di carboidrati) ma si raggiunge la massima performance in qualsiasi circostanza.

Non solo hai sempre energia, ma se integri bene anche i micronutrienti, non hai quei cali di forma periodici dovuti ai cambi di stagione o accumulo di stanchezza, che quasi sempre sono dovuti ad una mancanza cronica di proteine, ma che senza le giuste quantità di vitamine, sali minerali e antiossidanti possono portare ad un collasso dei sistemi vitali, in special modo di quello immunitario.

Sei sempre pronto. I recuperi sono più veloci. La sensazione generale è di estrema lucidità, anche dopo sforzi intensi e prolungati, ma, raccomandiamo l'uso di integratore naturali di sali, antiossidanti e coenzimi bilanciati nelle giuste dosi.

Leggi questi articoli per più informazioni su come gestire proteine e grassi: La ZONA e la gestione dei grassi per gli atleti. La Zona e gli atleti. Ma più di tutti questo: ENDURANCE E DIETA ZONA

COME ORGANIZZARE I PASTI

Il tipo di colazione (o pasto) da fare per affrontare attività lunghe ed intense deve privilegiare fonti di carboidrati con basso indice glicemico, compatti, che siano quindi scomposti lentamente e che vengano immessi in circolo gradualmente durante la digestione, come l'avena.

Se facessimo una colazione basata su frutta favorevole non avremmo lo stesso effetto e saremmo troppo gonfi. Un esempio di colazione di questo tipo potrebbe essere basato su tacchino, abbondante olio di oliva, mandorle, fiocchi d'avena decorticata in un po' di latte, e fruttosio.

Per le grammature utilizzate il compilatore in base a necessità (vostri blocchi) e calorie (aumento dei grassi) che pensate di consumare, ma non andate oltre ai 5 blocchi (6-7 per chi ha una struttura imponente) con proteine e carboidrati altrimenti farete impennare comunque l'insulina e calcolate i supplementi di grassi.

Per i micronutrienti è necessario integrare.
Non bisogna trascurare il ruolo dei micronutrienti come fattore per neutralizzare i radicali liberi in eccesso che in questo tipo di attività possono raggiungere livelli elevati, e quindi favorire l'invecchiamento precoce. Ma soprattutto per garantire all'organismo i composti essenziali per gestire il sistema immunitario, che inevitabilmente con gli allenamenti intensi vengono consumati in maggior misura.

Per integrare i sali, gli antiossidanti e i cofattori noi usiamo un prodotto completo e totalmente naturale, privo di zuccheri ma con tutti i principi "attivi" della frutta e della verdura (in effetti non è altro che un mix concentrato di frutta e verdura disidratata a basse temperature che non incide sugli equilibri dei macronutrienti), che si adatta bene soprattutto per chi deve integrare dosi elevate di micronutrienti.

Infatti per assumere le dosi necessarie a ripristinare quello che si consuma con questo tipo di attività sarebbero necessarie dalle 9 alle 18 porzioni di frutta e verdura con il rischio di andare fuori zona.

Altri articoli inerenti l'argomento:

>> ENDURANCE E DIETA ZONA
>> La ZONA e la gestione dei grassi per gli atleti.
>> La Zona e gli atleti